L’istituto diocesano di Formazione teologico pastorale ha inaugurato il nuovo Anno Accademico

E’ stato inaugurato mercoledì 17 novembre il nuovo anno dell’Istituto Diocesano di Formazione Teologico-Pastorale.

Dopo un anno in cui non è stato possibile svolgere le previste attività formative, riprendiamo ancora più motivati e desiderosi di accostarci alle proposte di approfondimento della fede, per la nostra formazione personale e per un servizio migliore alle nostre comunità parrocchiali.

Quest’anno prevediamo un duplice Percorso per i Ministri Straordinari della Comunione e per le Guide dei Lettori (pensato non solo per migliorare la qualità della lettura nella liturgia, ma soprattutto come Animatori e Annunciatori della Parola).

Il percorso per l’Accolitato sarà attivato in seguito.

Il Percorso Guide Lettori si concluderà con il Ministero del Lettorato che sarà conferito il 5 giugno 2022 in Cattedrale: per accedere a tale Ministero il vescovo richiede la previa segnalazione da parte del singolo parroco di uno-due persone per parrocchia. Ma per più presenze ci si può accordare secondo le esigenza della comunità. Altrettanto per i Ministri della Comunione, che devono essere presentati dal parroco. Anche se per questi due percorsi è necessaria la presentazione dei parroci, nulla impedisce a quanti lo desiderano di poter partecipare a tutti o a qualcuno degli incontri formativi. Infatti, oltre il fine specifico di questi due percorsi per Lettori e Ministri della Comunione, tutti i laici posso partecipare a titolo personale e gratuito agli incontri che ritengono utili per la propria formazione.

Non è richiesto alcun costo di iscrizione, è però opportuno segnalare la propria intenzione di partecipare per esigenze di spazio.

Si precisa che per partecipare alle lezioni all’Istituto di Formazione Teologica, trattandosi di incontri al chiuso, assimilabili a convegni e congressi e quindi soggetti alla normativa governativa emanata il 06 agosto 2021, N. 111,  è necessario che i partecipanti, non accedano alla sala degli incontri con febbre superiore ai 370, mantengano le distanze e usino la mascherina, si sanifichino e, quando richiesto dal personale dell’Istituto, possano esibire il green pass che attesta una delle seguenti condizioni:

  • l’avvenuta vaccinazione contro il COVID-19
  • l’avvenuta guarigione dall’infezione da COVID-19 negli ultimi sei mesi
  • il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido fatto nelle ultime 48 ore

Ai parroci è richiesto il compito di incoraggiare la adesione ai due Percorsi offerti dalla Diocesi e di segnalare le persone adeguate.

Per l’iscrizione è importante comunicare i nomi entro il 23 novembre prossimo. Il Corso per lettori-annunciatori della Parola prevede in particolare dieci lezioni sui Salmi nella liturgia, condotto da don Antonio Pinna. Mentre per i Ministri Straordinari della Comunione è prevista una formazione teologica su un argomento fondamentale dell’Antropologia teologica quale la Grazia, con don Marco Statzu. Accanto al tema della Grazia, si potrà approfondire il discorso eucaristico che troviamo nel Vangelo di S. Giovanni, soprattutto nel Capitolo sesto (don Maurizio Spanu). Inoltre Stefano Mele terrà alcuni incontri formativi legati all’ambito della bioetica, riflettendo sull’impegno cristiano a Vivere la carità di Cristo verso malati e sofferenti. Rinnoviamo l’invito ai parroci e ai laici di tener conto di questi percorsi e partecipare numerosi.

Sarà possibile anche il collegamento online attraverso una piattaforma digitale per i più lontani da Oristano o per quanti non possono essere sempre presenti di persona.

don Roberto Caria